top of page
Cerca
  • francescobarilaro

Mia Photo Fair 2018 e prove di iperfocale

Aggiornamento: 8 mag 2021

Mi si chiede continuamente del perché io sia così maledettamente legato a loro due, di come mi accompagnino in ogni luogo, del perché siano parte integrante della mia vita, un prolungamento del mio corpo.


Dico sempre che è una normalissima macchina fotografica, nulla di più. In realtà mento, ma loro non lo sanno e a me va bene così.


Mi piace la XT-20 così come il suo tanto bistrattato 18mm. E come dire a Derek Clark o Patrick La Roque perché non possono fare a meno della loro X100F. E così ritorno sempre al solito discorso, è cioè che la X100 l’ho avuta, anzi è stata la prima Fuji della mia nuova vita fotografica. Ed è stato sorprendente il feeling, la sensazione quasi di morbidezza che mi trasmetteva. E ho capito perché grandi fotografi di questo nuovo tempo la usano e ne sono felici. Io ho scelto la XT-20 perché le sue dimensioni sono simili alla X100, piccola e discreta, ma con uno schermo reclinabile e touch che credetemi, serve tantissimo in quelle foto di street o quando ti apposti aspettando il momento giusto. Sei anonimo e nessuno la nota, non pesa nulla e racchiude un cuore immenso, quell’X-Trans capace di farti emozionare. Forse mi manca il joystick della messa a fuoco che c’è sulla X100F, ma sto imparando a fotografare in iperfocale e mi riesce dannatamente bene con lei, al limite mi dico, faccio come facevo con la X100T. Ne più né meno. E poi quella focale del 35mm che a me non è mai andata giù. Ne ho parlato tanto nel mio precedente articolo; sono entusiasta del piccolo 18mm, perché è la mia focale preferita fin dai tempi della pellicola e continuo a pensare che Fuji abbia costruito una lente ottima, davvero buona. Lavoro con XPro2 e XT2 e ho scelto l’XT-20 perché mi permetteva di adattare tutte le mie lenti Fuji a seconda la situazione. Ma quando voglio divertirmi, quando voglio raccontare cose particolari scelgo lei con il suo 18mm ed inizia una buona giornata.




Le immagini scattate al Mia sono in iperfocale e qui ho capito di come sia, il sistema di messa a fuoco più veloce al mondo. E’ solo un calcolo, si basa esclusivamente su un calcolo e un pò di pratica sul campo. E si capisce perché le più belle e importanti immagini scattate dai grandi fotografi abbiano utilizzato questa tecnica e non l’autofocus. Si tratta di inserire chi volete fotografare tra il punto A e il punto B della vostra scala e concentrarsi sulla composizione. Fantastico !!



 

Fuji XT-20 - Fuji XF 18mm f/2 R - IPERFOCALE

  • Film Simulation: Acros Red

  • Dynamic Range: DR100

  • Highlight Tone: +1

  • Shadow Tone: +4

  • Sharpness: +1

  • Noise Reduction: -4



 



Post recenti

Mostra tutti

Comments


  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter

© Francesco Barilaro - Tutti i diritti sono riservati

bottom of page